Salute e Benessere

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità),  definisce la salute come uno “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia”.

Voglio partire da questa definizione per riflettere insieme sul significato che il termine Benessere, ha oggi nelle nostre vite. A me viene subito in mente il termine “consapevolezza”, mindfullness, come amano definirla alcuni psicologi oggi. Già, perche non esiste Ben Essere, senza una profonda consapevolezza di sè e delle proprie esigenze. Ma le conosciamo? Siamo in grado di individuarle?

E’ sufficiente mangiar bene, mettersi a dieta e iscriversi in palestra, per recuperare uno stato di equilibrio, una sorta di star bene al mondo e con se stessi?
C’è di più. La complessità della nostra vita, gli elevati e perpetui livelli di stress ai quali ci sottopone il ritmo della nostra esistenza sociale richiedono altro, uno sforzo maggiore. Il coraggio di porsi delle domande, di indagare infondo a se stessi al fine di individuare le cause di uno squilibrio le cui manifestazioni fisiche sono solo il sintomo di un quotidiano malessere mentale ed emotivo.

Il Benessere parte dunque, dall’interno. Dalla consapevolezza dello stato ipervigile, di continua allerta e frustrazione alla quale ci sottopone il ritmo della società moderna. Circondati da comforts e semplificazioni, perdiamo di vista la primordiale, basica, necessità di ascoltarci, di essere in contatto con il nostro IO piu profondo. Con il nostro basic state, che di certo non ha bisogno di beni effimeri per star bene, nè di scorciatoie, ma di percorrere per intero la strada che ci conduce al nostro equilibrio interiore.

COME.

Questa la direzione che il mondo occidentale ha percorso e sta percorrendo da decenni: di tutto e di più per soddisfare i nostri bisogni esterni ed apparenti, nessun nutrimento per il nostro spirito, la nostra emotività, nulla ad alimentare l’empatia di cui tuttavia viviamo e da cui traiamo quegli attimi di felicità interiori che ci appagano realmente. Ma la consapevolezza di questo ci può portare sulla strada giusta. Si può imparare il metodo, capire che vivere senza mai porsi una domanda, senza mai analizzare ciò che ci circonda ed entra in noi, non ci conduce al raggiungimento del nostro obiettivo di felicità e benessere.

Lo stato di stress cronico che circonda le nostre vite, dalle notizie negative dal mondo, al traffico per la strada, agli impegni, gli obiettivi, i conflitti, i giudizi, stimoli luminosi, rumorosi, emotivi, le preoccupazione presenti e quelle passate.. ci fanno vivere in uno stato ininterrotto di vigile tensione che cerchiamo di risolvere cercando nuovi ulteriori stimoli che tuttavia alimentano questo stato, creando un circolo vizioso del quali siamo vittime inconsapevoli.

E’ necessario imparare a portare la mente a fermarsi nel momento presente, riprendendosi il proprio tempo, ascoltandosi in un attimo di silenzio interiore privo di giudizio. Individuando cosi dentro se stessi i propri desideri ed esigenze, paure, angoscie e sentimenti senza respingerli nè rassegnandosi ad essi se negativi, ma accettandoli. Arrivando in questo modo a conoscere se stessi, profondamente e non solo per ciò che facciamo o socialmente rappresentiamo, ma per chi veramente siamo, nella nostra profonda interiorità, fatta di cuore, corpo e mente in un tuttuno che la meditazione ci insegna a tenere in equilibrio e sintonia dentro di noi. Accoglienza. Consapevolezza del proprio stare al mondo.

Mindfulness.

Mindfulness Based Stress Reduction (MBSR): gestione dello stress e della emotività, imparando a focalizzare sul presente tramite la meditazione e l’esercizio.

LIFETEAM si occupa ANCHE di questo.